Prosegue la vendetta (Keystone)

Diversi civili uccisi nel Panshir

La BBC ha fatto sapere che i morti sarebbero almeno venti nell'ultimo luogo della resistenza afghana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Almeno 20 civili sarebbero stati uccisi dai talebani nella valle del Panshir, in Afghanistan. Lo ha comunicato lunedì in serata la BBC. Secondo fonti dell'emittente britannica, i talebani si sono scagliati contro gente comune, come un commerciante, padre di due bambini, che aveva deciso di non fuggire: "Sono solo un povero negoziante e non ho niente a che fare con la guerra", avrebbe detto.

Poi però è stato arrestato con l'accusa di aver venduto delle sim ai combattenti della resistenza e giorni dopo il suo corpo martoriato dalle torture è stato scaricato di fronte a casa sua. La zona è stata a lungo un punto focale per la resistenza in Afghanistan. Sotto il comandante dell'opposizione Ahmad Shah Massoud, la regione ha respinto sia le forze sovietiche che i talebani. Le cime delle montagne circondano la valle rendendo difficile per chiunque cerchi di catturarla. Il figlio di Massoud, Ahmad, ha guidato la resistenza contro i talebani la seconda volta che hanno preso il controllo, ma la settimana scorsa il gruppo militante ha dichiarato la vittoria, pubblicando filmati dei suoi combattenti che alzano la bandiera.

Blinken difende Biden

Il segretario di Stato americano Antony Blinken si appresta a difendere, davanti al Congresso, il ritiro dall'Afghanistan messo in atto dall'amministrazione Biden. Secondo le anticipazioni del discorso distribuite ai media Blinken afferma che anche le analisi più pessimistiche dei servizi non prevedevano il crollo delle forze governative afghane a Kabul, prima del ritiro statunitense. Alla fine della presidenza di Trump, afferma ancora Blinken, i talebani erano forti come non lo sono mai stati durante i 20 anni di occupazione americana dell'Afghanistan.

Blinken difende ritiro da Kabul

Blinken difende ritiro da Kabul

TG 12:30 di martedì 14.09.2021

 
FD/ATS/BBC
Condividi