Joaquìn e Ovidio, i due figli del Chapo sotto inchiesta da parte delle autorità americane (Twitter/@lasillarota)

Figli di El Chapo incriminati

Due dei diciotto "eredi" di Joaquín Guzmán, il signore del narcotraffico messicano, nel mirino della giustizia statunitense

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una settimana e mezzo dopo la condanna in un processo a New York del boss messicano Joaquín "El Chapo" Guzmán – il re del narcotraffico dichiarato colpevole di numerosi capi di imputazione –, anche due dei suoi diciotto figli sono stati accusati dalla magistratura statunitense di traffico di droga. Lo riferisce venerdì la CNN e la notizia è confermata anche da media messicani.

 

Joaquín Guzmán López alias El Güero ("il biondo", 34 anni) e Ovidio Guzmán López alias El Ratón ("il topo", 28enne), dovranno rispondere di contrabbando di cocaina, cannabis e cristalli di metanfetamina negli Stati Uniti tra il 2008 e il 2018. I due imputati sono considerati membri del cartello di Sinaloa co-fondato dal padre e si trovano attualmente in Messico.

AFP/ANSA/Reuters/EnCa
Condividi