Carlos Ghosn (keystone)

Ghosn torna in libertà

L'ex dirigente di Nissan e Renault, accusato di malversazioni, accetta condizioni severissime pur di lasciare le prigioni giapponesi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un tribunale distrettuale di Tokyo ha accettato martedì di liberare su cauzione l'ex dirigente di Nissan e Renault Carlos Ghosn, in detenzione dal 19 novembre con l'accusa di malversazioni finanziarie per minimizzare (all'apparenza) le sue entrate sull'arco di una decina di anni. Un successo parziale per il manager, che aveva visto respinte le sue due analoghe richieste precedenti e che ha nel frattempo cambiato squadra di legali. Per ritornare in libertà dovrà versare un miliardo di yen, l'equivalente di quasi 9 milioni di franchi. Non potrà inoltre lasciare il Giappone. La corte ha precisato che sono state adottate misure per impedirgli di inquinare le prove.

Junichiro Hironaka
Junichiro Hironaka (keystone)

Il nuovo avvocato, Junichiro Hironaka, detto "il rasoio" per la sua tagliente e vincente difesa in altri casi molto mediatizzati nel paese, aveva manifestato la disponibilità del suo cliente a sottoporsi a un regime di stretta sorveglianza video e delle comunicazioni, pur di lasciare il carcere.

Carlos Ghosn è libero

Carlos Ghosn è libero

TG 12:30 di mercoledì 06.03.2019

 
pon/AFP
Condividi