Grazie, urlate al vostro interno

Se in Europa è impensabile andare sulle montagne russe e non gridare, il Giappone ha invece dimostrato che ci si può divertire restando in silenzio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Anche la cultura del divertimento può avere differenze abissali, tra un Paese e l’altro…. A Parigi, Disneyland ha riaperto oggi i battenti, dopo 4 mesi di stop forzato dovuto al Coronavirus.

Ai cancelli del parco divertimenti più visitato d’Europa, si sono presentate migliaia di persone. Il regno di Topolino e Minnie ne può ospitare fino ad 80'000 al giorno, ma a causa delle norme di sicurezza, fino a nuovo ordine, ci sarà spazio solo per 24'000 visitatori. Anche la mascherina è d'obbligo, ma per gli organizzatori non ci sono problemi: il divertimento è assicurato. Ciò significa ridere, scattare fotografie, selfie, mangiare dolci e urlare sulle numerose attrazioni del parco.

In Giappone, invece, i responsabili del parco di divertimenti che si trova ai piedi del Mone Fuji hanno pubblicato un tutorial su come ci si comporta… sulle montagne russe. Nel video, si vedono i due vestiti di tutto punto, con giacca, cravatta e papillon, la consueta mascherina… e la bocca tappata. Tra giri della morte, discese in picchiata, avvitamenti, non è scappato loro nemmeno un suono. Ma, del resto, il loro intento era proprio questo: mostrare che è possibile soffocare ogni urlo, proprio come recita la scritta che appare alla fine del video: “Grazie, urlate al vostro interno”. E chi non si diverte così?

KiNa

Condividi