Guerra ai coffee shop

La sindaca di Amsterdam vuole frenare il turismo selvaggio legato alla politica liberale su droga e prostituzione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La verde Femke Halsema, prima donna a sedere sulla poltrona di sindaco della città dei Paesi Bassi, vorrebbe vietare l’acquisto e il consumo della cannabis nei coffee shop ai turisti stranieri. Una misura di questo tipo è già in vigore in alcuni comuni olandesi. Inoltre, sono stati vietati i tour organizzati nel quartiere a luci rosse, mentre per i tour in centro città ci sarà bisogno di un permesso.

Amsterdam conta poco meno di 900'000 abitanti e attira ogni anno circa 17 milioni d turisti, specialmente nel centro città. Un sondaggio dell’ufficio di statistica cittadino ha rivelato che il 34% delle persone che visitano i quartieri dei coffee shop e a luci rosse, si recherebbe meno spesso ad Amsterdam se le droghe leggere venissero vietate agli stranieri. L’11% ha addirittura detto che non ci tornerebbe più.

Sulla base di questi dati, la sindaca sta quindi studiando delle misure per rendere la cannabis meno attraente per i turisti. Questo, secondo lei, permetterebbe anche di contrastare l’attività di bande criminali.

PK
Condividi