La Commissione Intelligence della Camera vuole sentire Steve Bannon
La Commissione Intelligence della Camera vuole sentire Steve Bannon (Reuters)

Il silenzio di Steve Bannon

Mandato di comparizione per l'ex stratega di Trump, che ha deciso di non parlare del Russiagate davanti ai deputati

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Commissione "Intelligence" della Camera a Washington ha emesso martedì sera un mandato di comparizione per Steve Bannon, dopo che l'ex stratega della Casa Bianca e della campagna elettorale di Donald Trump si è rifiutato di rispondere ai deputati in riferimento al suo periodo trascorso nell'amministrazione dell’attuale presidente.

Sono compresi in questo periodo più momenti chiave, come il licenziamento del capo dell'FBI James Comey e il suo coinvolgimento nella redazione del comunicato sull'incontro alla Trump Tower tra il primogenito del presidente ed emissari russi durante la campagna elettorale 2016.

I media americani affermano che Bannon non ha invocato il privilegio esecutivo, che protegge il presidente e altri membri del Governo dai mandati di corpi legislativi o giudiziari finalizzati all'acquisizione di informazioni. Steve Bannon è stato raggiunto anche da un mandato di comparizione emesso dal procuratore speciale del Russiagate, Robert Mueller, affinché testimoni davanti a un gran jury.

ATS/AP/Reuters/EnCa

 
Condividi