Arrivano i soccorsi, ma l'aeroporto internazionale è congestionato
Arrivano i soccorsi, ma l'aeroporto internazionale è congestionato (keystone)

In Nepal oltre 5'000 morti

Mentre sale il bilancio, si valuta che con il terremoto la capitale si sia spostata di tre metri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il terremoto che sabato ha devastato il Nepal ha fatto 5'000 morti accertati, stando al più recente bilancio ufficiale, mentre i feriti sono più di 10'000. Il primo ministro Sushil Koirala, da parte sua, ha affermato che il numero dei deceduti potrebbe raddoppiare.

 

Le Nazioni Unite hanno invece fatto sapere che otto milioni di persone sono toccate, direttamente o indirettamente, dalla catastrofe e che 1,4 milioni hanno urgentemente bisogno di cibo, acqua e alloggio.

 

Stando ad esperti citati dal britannico Guardian, il terreno sotto l'area di Kathmandu si è spostato di tre metri verso sud per effetto del sisma. Se la capitale si è mossa, è invece improbabile che l'altezza dell'Everest, la vetta del mondo, sia cambiata, poiché il massiccio non si appoggia sul piano interessato dallo scorrimento.

Valanga in una zona turistica

Più di 250 persone mancano all'appello dopo che una valanga s'è abbattuta sul villaggio di Ghodatabela, a nord di Kathmandu. Tra i dispersi ci potrebbero essere molti turisti, visto che la zona si trova in un parco naturale molto noto per via dei bellissimi sentieri che lo attraversano. Il governatore del distretto di Rasuwa ha indicato che ci si sta dando da fare per raggiungere l'area, ma il maltempo non facilita le operazioni.

Catena della solidarietà

In Svizzera a favore delle popolazioni colpite dal terremoto è stata attivata la Catena della solidarietà. La raccolta di fondi è già in corso: donazioni sono possibili attraverso il sito www.catena-della-solidarieta.ch o effettuando un versamento sul conto corrente postale 10-15000-6 con la menzione Nepal.

AFP/ANSA/dg

Condividi