Inondazioni, sedici morti in Kentucky

Forti e interminabili precipitazioni hanno causato devastazioni e vittime in varie zone dello Stato USA. Il presidente Joe Biden dichiara lo stato d'emergenza

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Almeno sedici persone sono morte - tra cui anche un numero imprecisato di bambini - giovedì a seguito di piogge molto intense che hanno causato inondazioni nella parte orientale dello Stato americano del Kentucky. Si teme che il bilancio aumenti ulteriormente, essendoci molti dispersi.

"Questa si sta rivelando la peggiore inondazione della storia recente, devastante e mortale", ha affermato il governatore Andy Beshear, in quanto il numero dei dispersi è ancora sconosciuto e sono previste forti piogge fino a venerdì.

 

"Al momento, credo di poter confermare almeno quindici morti, ma questa cifra sembra aumentare di ora in ora", ha aggiunto. Il governatore Beshar si aspetta un bilancio totale delle vittime in aumento anche perché la pioggia continua a cadere intensa e gli allagamenti sono ovunque.

 

Nella zona intorno a Jackson alcune strade sono diventate fiumi, con auto abbandonate ovunque. In varie vallate boschive dello Stato, giovedì il terreno è stato allagato da acqua e fango. Nel frattempo, il presidente Joe Biden ha dichiarato lo stato di emergenza e ha deciso lo stanziamento di fondi federali per sostenere i Governi locali nella ricostruzione delle aree colpite.

ATS/EnCa
Condividi