Islanda, scompaiono i ghiacciai

Il paese ha perso, negli ultimi 20 anni, 800 chilometri quadrati di ghiacci

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I ghiacciai islandesi hanno continuato a ridursi negli ultimi 20 anni, con un’accelerazione nel 2019, anno nel quale c’è stata la riduzione più importante della storia.

Il paese ha perso, in totale, 800 chilometri quadrati dei suoi ghiacci dal 1999, con una media, negli ultimi anni, di 40 chilometri quadrati annui.

Il ghiacciaio che più ha sofferto di questa situazione è il Breidamerkurjökull, che si è accorciato in un solo anno di 150 metri (con picchi di 400 metri in alcuni tratti).

I più grandi (Vatnajökull, Hofsjökull e Langjökull) hanno perso 250 chilometri cubi di ghiaccio dal 1995, ovvero il 7% del loro volume totale.

Stando agli esperti, l’accelerazione dello scioglimento è dovuta all’estate calda e se anche quella del 2020 sarà come quella precedente, la situazione non farà che peggiorare.

ebu/mrj

Condividi