La delegazione turca e quella russa al tavolo dei negoziati (keystone)

Libia: la fumata è grigia

Trattative in corso a Mosca: al Sarraj firma l'accordo di cessate il fuoco, ma Haftar chiede altro tempo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La prima giornata di negoziati, a Mosca, tra Fayez al Sarraj e Khalifa Haftar per concordare una tregua che abbia basi più solide di quella in vigore da domenica in Libia è terminata con una fumata grigia.

L'accordo è infatti stato firmato dal capo del Governo d'unità nazionale, sostenuto da Ankara e le cui milizie controllano Tripoli, ma non dall'uomo forte della Cirenaica, appoggiato dal Cremlino, che ha chiesto altro tempo.

Le trattative sono state sollecitate dai rispettivi padrini Recep Tayyip Erdogan e Vladimir Putin e sono condotte dalle delegazioni guidate dai ministri degli esteri e della difesa Mevlut Cavasoglu, Hulusi Akar, Sergei Lavrov e Sergei Shoigu.

Libia, nessun accordo a Mosca

Libia, nessun accordo a Mosca

TG 20 di lunedì 13.01.2020

 
AFP/ANSA/dg
Condividi