Oppositori del presidente Erdogan protestano contro i presunti brogli del referendum
Oppositori del presidente Erdogan protestano contro i presunti brogli del referendum (keystone)

L'opposizione turca in trincea

Il partito kemalista CHP minaccia di abbandonare il Parlamento: "Brogli nel referendum sul presidenzialismo"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il principale partito di opposizione in Turchia, il kemalista CHP, ha minacciato di abbandonare il Parlamento per protesta contro i presunti brogli nel referendum di domenica scorsa sul presidenzialismo (appoggiato dal presidente Erdogan e vinto di misura dal "sì" con il 51,4%).

"Non riconosciamo il risultato", ha detto la portavoce del partito, Selin Sayek Boke. "Non si deve dubitare del fatto che eserciteremo tutti i nostri diritti democratici", ha aggiunto.  Il CHP ha presentato un ricorso alla Commissione elettorale suprema (YSK) di Ankara e chiede che il referendum venga "annullato" e "ripetuto".

Il leader del CHP, Kemal Kilicdaroglu, aveva accusato martedì l'YSK di aver "cambiato le regole a partita in corso", accettando come valide le schede senza il timbro ufficiale.

ATS/M. Ang.

Condividi