Liberalizzata la marijuana in California, ma con tanti distinguo
Liberalizzata la marijuana in California, ma con tanti distinguo (Keystone)

Marijuana "libera" in California

Autorizzato il commercio di cannabis a scopi ricreativi, ma a fronte di un gran numero di limitazioni e regole ferree

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il giorno di Capodanno 2018 coincide con il via libera al commercio della marijuana a scopi ricreativi in California. Lo Stato più popoloso dell’Unione si affianca così agli altri, ossia Alaska, Colorado, Nevada, Oregon, Washington, dove consumo e commercio sono già legalizzati e regolati con norme severissime.

L’uso della cannabis e dei derivati era già legale dal 1996 per scopi medici, ma ora la legalizzazione è stata ampliata marcatamente, pur applicando leggi assai restrittive. Potrà essere comprata dai 21 anni, per venderla ci vuole una licenza statale, i rivenditori non possono aprire se sono troppo vicini a una scuola e ci vuole la presenza di vigilantes 24 ore al giorno, pur sapendo che non si potrà vendere nulla tra le 22.00 e le 6.00.

Inoltre, la marijuana non potrà essere fumata in auto e in pubblico, oltre ovviamente a quei luoghi dove il fumo è proibito in assoluto. E tra imposte statali e locali, il consumatore pagherà tasse pari al 45% del totale, garantendo circa un miliardo di entrate fiscali in più all’anno.

AP/AFP/Reuters/EnCa

Condividi