Raggiunta la soglia psicologica dei centomila decessi negli Stati Uniti (Keystone)

Negli USA i morti sono centomila

La nazione tocca numeri a sei cifre per i decessi da coronavirus e la situazione si fa ancor più critica in Brasile con 20'000 contagi in 24 ore

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Negli Stati Uniti le vittime per il coronavirus hanno superato la soglia delle 100'000 unità. Si tratta del numero più alto al mondo di decessi per Covid-19 ed eccede il numero dei militari USA morti in tutti i conflitti combattuti dagli americani dalla Guerra di Corea in poi.

"L'intera nazione piange con voi": è il messaggio che il candidato democratico alla Casa Bianca, Joe Biden, ha rivolto ai familiari delle vittime. "So che vi sentite come risucchiarti un buco nero nel mezzo del vostro petto", afferma Biden, che ricorda la sensazione di "soffocamento" provocata dalla perdita dei propri cari.

In Brasile invece mercoledì sono state superate le 25’000 vittime. Del resto, l'America Latina ha confermato nelle ultime 24 ore una progressione notevole della pandemia di coronavirus con un deciso aumento sia dei contagi (833’493, +35’000) sia delle morti (44’765, +1’400). Lo si rileva giovedì da un’elaborazione statistica realizzata dall'agenzia di stampa ANSA sui dati riguardanti 34 nazioni e territori latinoamericani.

Il campanello d'allarme è appunto suonato soprattutto in terra brasiliana, dove si sono registrati in un giorno oltre 20’000 contagi, raggiungendo quota 411’821, e più di 1’000 morti, per un totale di 25’598.

Centomila morti negli USA

Centomila morti negli USA

TG 20 di giovedì 28.05.2020

 
Stati Uniti, superati i 100mila morti

Stati Uniti, superati i 100mila morti

TG 12:30 di giovedì 28.05.2020

 
ATS/ANSA/AFP/EnCa
Condividi