Il quartier generale di Novartis a Atene
Il quartier generale di Novartis a Atene (©Keystone)

Novartis nei guai in Grecia

Il Parlamento non si ritiene idoneo a esaminare un caso di presunta corruzione, il dossier va in tribunale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una commissione parlamentare ad hoc non è adatta ad esaminare il caso Novartis, che va quindi rinviato ai tribunali. Lo ha deciso la notte tra venerdì e sabato, dopo lunghi dibattiti, il Parlamento greco.

La multinazionale farmaceutica, ricordiamo, è sospettata di aver versato mazzette ad alti responsabili politici, tra il 2006 e il 2015.

Fra i presunti corrotti figurano l'ex premier conservatore Antonis Samaras, il commissario europeo alla migrazione Dimitris Avramopoulos e il governatore della Banca di Grecia Yannis Stournaras. A loro si aggiungono altri sei ministri o viceministri. Tutti negano gli addebiti. Novartis sabato ha ribadito di lavorare in stretta collaborazione con le autorità per chiarire la questione e che ha avviato un'indagine interna.

ATS/SP

Condividi