La nave umanitaria Open Arms alla fonda da due settimane. A bordo ancora 134 naufraghi (keystone)

Open Arms, sbarcano i minori

Salvini cede a Conte: "Autorizzo mio malgrado, la scelta è solo del premier"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le autorità italiane hanno autorizzato sabato lo sbarco dei 27 minori non accompagnati a bordo della nave umanitaria Open Arms, ancorata al largo di Lampedusa.

 

Il ministro dell'interno e vicepremier, Matteo Salvini, ha ceduto dunque alle richieste del premier Giuseppe Conte. Il leghista ha però voluto sottolineare, in una lettera indirizzata a Conte, la sua contrarietà: "Prendo atto che disponi che vengano sbarcati i (presunti) minori attualmente a bordo della Open Arms" e "darò pertanto, mio malgrado disposizioni affinché non vengano frapposti ostacoli all'esecuzione di tale tua esclusiva determinazione".

Conte aveva precedentemente inviato una nuova lettera a Salvini, in cui ribadiva la necessità di autorizzare lo sbarco immediato delle persone di età inferiore ai 18 anni.

Intanto la procura di Agrigento ha disposto un'ispezione medica a bordo della nave per accertare le condizioni igienico-sanitarie dei 134 naufraghi, da due settimane ammassati nello scafo dell'imbarcazione della ONG spagnola, ferma alla fonda a Lampedusa, ed ha acquisito documenti relativi all'Open Arms, dalla Guardia costiera italiana. Oltre al fascicolo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, ieri è stata aperta - dopo la denuncia dei legali della ONG - anche un'inchiesta, a carico di ignoti, per sequestro di persona.

Nel frattempo il presidente di Open Arms, Riccardo Gatti, ha dichiarato che "la situazione a bordo della nave è ormai qualcosa di insostenibile. Ieri abbiamo mandato un comunicato alla Merkel, a Macron, a Sanchez, al presidente del Parlamento europeo e alle autorità italiane. Se dovesse svilupparsi un'altra azione collettiva non possiamo sicuramente controllarla".

ATS/ANSA/M. Ang.

Matteo Salvini punta al sud

Matteo Salvini punta al sud

TG 20 di sabato 17.08.2019

Condividi