Per il funzionario delle Nazioni Unite il virus rimane comunque imprevedibile (keystone)

"Plausibile fine della pandemia"

Per il direttore dell'OMS Europa questa fase potrebbe portare ad una "immunità globale" ma non ritiene che l'Europa sia in "un'epoca endemica"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È "plausibile" che con Omicron l'Europa "si stia avviando alla fine della pandemia". Lo ha detto il direttore dell'OMS Europa Hans Kluge.

Secondo la sua analisi Omicron, che potrebbe contagiare il 60% degli europei entro marzo, ha avviato una nuova fase della pandemia di Covid-19 nel continente che potrebbe concludersi con la sua fine.

"Una volta che l'ondata si è placata, ci saranno alcune settimane e mesi di immunità globale, o attraverso il vaccino o perché la gente sarà immune a causa dell'infezione e anche un calo a causa della stagionalità", ha proseguito il funzionario delle Nazioni Unite spiegando tuttavia che non siamo in "un'epoca endemica".

"Endemico significa (...) che possiamo prevedere cosa accadrà, questo virus ha sorpreso più di una volta. Quindi dobbiamo stare molto attenti", ha insistito Kluge. Con l'esplosione delle infezioni, l'attenzione è ora rivolta a "minimizzare i disagi e proteggere le persone vulnerabili" e non solo a ridurre la trasmissione.

 
Ats/sdr
Condividi