Ancora ignoto il numero totale delle persone fermate (Keystone)

Primi arresti per il Boeing ucraino

L'indagine avviata dalla magistratura iraniana, dopo l'abbattimento del velivolo, ha portato alle prime carcerazioni

Alcune persone sono state arrestate in relazione all'incidente aereo che ha coinvolto il Boeing 737 ucraino abbattuto da un missile iraniano. La magistratura locale, che ha iniziato gli interrogatori, ha aperto un'indagine a tutto campo per capire quello che è accaduto l'8 gennaio. Le scatole nere saranno inoltre inviate in Francia per essere analizzate.

Il presidente Hassan Rohani ha ribadito di voler punire tutti i responsabili: "Chiunque dovrebbe essere punito deve essere punito. La magistratura deve formare un tribunale speciale con un giudice di alto livello e decine di esperti. Il mondo intero starà a guardare".

Lo schianto del velivolo, ricordiamo, ha provocato 176 morti. Dopo aver a lungo negato, l'Iran ha ammesso in un secondo tempo che l'aereo decollato da Theran con destinazione Kiev è stato colpito da un razzo lanciato dalla sua contraerea. All'origine dei fatti ci sarebbe un errore umano: il Boeing è stato scambiato per un missile da crociera statunitense.

 
FD/ATS
Condividi