Decine di fermi a Mosca tra i partecipanti alle marce pro Navalny (keystone)

Raffica di arresti in Russia

Le forze dell'ordine hanno fermato centinaia di partecipanti alle marce per la liberazione del dissidente Alexei Navalny

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Migliaia di persone sono scese in piazza oggi, domenica, in Russia per chiedere al Cremlino di scarcerare il dissidente Alexei Navalny. Centinaia sono state fermate dalle forze dell'ordine in mattinata a Mosca, Krasnoyarsk, Vladivostok, Novosibirsk, San Pietroburgo e in altre località. Tra di loro anche la moglie dell'oppositore, Yulia, che con altri simpatizzanti nella capitale si stava recando verso il carcere di Matrosskaya Tishina dove è rinchiuso il marito. Il 44enne è stato arrestato il 17 gennaio scorso al suo ritorno dalla Germania, dove era stato ricoverato in seguito a un tentativo di avvelenamento.

 

La polizia russa è intervenuta in circa una trentina di città di tutta la Russia dove erano in corso di svolgimento le manifestazioni per la liberazione di Navalny. Le marce erano state preannunciate sabato e non avevano beneficiato del via libera delle autorità.

Le proteste sono iniziate nella mattinata di domenica sulla costa est del Paese, inclusa la città di Vladivostok.

 

ATS/AFP/Swing
Condividi