(keystone)

Renzi dice addio al PD

Lo ha comunicato al presidente del consiglio Conte - Ha comunque confermato il suo "sostegno convinto" all'Esecutivo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Matteo Renzi ha comunicato al presidente del consiglio che lascerà il Partito democratico. Dopo la telefonata a Giuseppe Conte, ha sentito anche i presidenti della Camera e del Senato Roberto Fico ed Elisabetta Alberti Casellati. Allo stesso tempo, l'oramai ex senatore del PD ha confermato il suo "sostegno convinto" all’Esecutivo italiano.

Per ora Renzi non ha svelato esplicitamente le ragioni di questo addio. Quello che si sa, è che il suo nuovo movimento nascerà sia in Parlamento con un gruppo autonomo alla Camera e una componente del misto al Senato sia al Governo con due ministri, Bellanova e Bonetti, e due sottosegretari, Ascani e Scalfarotto.

Per i fedelissimi che lo seguiranno sono molte le ragioni per separare le strade dal Partito democratico: "C'è uno spazio politico enorme, spiega uno dei dirigenti impegnati nell'operazione, sia nell'elettorato moderato visto l'appannamento di Berlusconi e la centralità di Salvini sia nell'elettorato di centrosinistra perché sentir cantare 'Bandiera rossa' alle feste del Pd per molti elettori non è folclore e mette a disagio".

L'esodo di Renzi

L'esodo di Renzi

TG 20 di martedì 17.09.2019

 
Renzi esce dal PD

Renzi esce dal PD

TG 12:30 di martedì 17.09.2019

 
AlesS/Ansa
Condividi