Ennesimo sbarco di migranti a Lampedusa, che ormai non regge più tale situazione (Keystone)

Sbarchi senza fine a Lampedusa

Continuano a puntare verso l'isola italiana decine di "carrette" del mare, stracolme di migranti che poi mandano in crisi le strutture locali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Continuano senza sosta gli sbarchi sull'isola di Lampedusa dove, nella sola giornata di sabato, con quattro diverse imbarcazioni, sono approdati 532 migranti. A soccorrere le "carrette del mare" sono state le motovedette della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza. Altre decine di persone sono arrivate nelle ultime ore, al punto che sull’isola si sono contati oltre 700 migranti, tra cui decine di donne e bambini, anche non accompagnati. Tutti, dopo un primo controllo sanitario sul molo, sono stati portati all'hotspot di Contrada Imbriacola.

Hotspot che si è così trovato in evidenti difficoltà, tanto da ritrovarsi sovraffollato e costretto a trasferire almeno 250 ospiti su una nave in rada davanti a Lampedusa. Nave che funge però da luogo di quarantena poiché oltre all’emergenza sbarchi, c’è sempre e ancora quella per il Covid-19.

In realtà è l’intero Mediterraneo a essere ormai sotto pressione, poiché le partenze, spesso con autentiche “carrette del mare”, da Tunisia e Libia verso l’Italia sono continue e si susseguono le richieste d’aiuto di persone a bordo di natanti in difficoltà.

ANSA/AFP/CS/EnCa
Condividi