Pistole in vendita in un negozio dell'Oregon
Pistole in vendita in un negozio dell'Oregon (reuters)

Sparatorie quasi quotidiane

Il dibattito sul possesso di armi si riaccende negli Stati Uniti dopo la strage in California

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'uccisione di 14 persone da parte di tre individui armati mercoledì in un centro per disabili di San Bernardino, in California, rilancia il dibattito sulla vendita ed il possesso delle armi negli Stati Uniti e si fa sempre più acceso sulla televisione americana e sui social network.

Solamente venerdì scorso, in Colorado, un uomo aveva aperto il fuoco sui passanti in un centro commerciale, causando tre morti. Sul tema del possesso delle armi, il presidente Barack Obama, poche ore fa parlando alla CBS americana ha usato toni forti, condannando definitivamente l’uso di armi negli Stati Uniti, ma la questione rimane di difficile soluzione.

Bandiera a mezz'asta al Campidoglio per le vittime di San Bernardino
Bandiera a mezz'asta al Campidoglio per le vittime di San Bernardino (keystone)

La Costituzione americana - Il secondo emendamento della Costituzione americana prevede il diritto di possedere armi, e ciò affonda le sue radici negli anni delle colonizzazioni europee, quando le armi erano l’unico strumento a disposizione per difendere case e famiglie. Dal 1980, 44 Stati Americani hanno approvato leggi che garantiscono ai civili di portare con sé un'arma per protezione personale. Nel 2005, lo Stato della Florida ha approvato una legge che esonera da ogni procedimento giudiziario i cittadini che utilizzano armi per legittima difesa. (Fonte: The New Yorker)

Negozio di armi nel Missouri
Negozio di armi nel Missouri (reuters)

Le cifre - Quelli di San Bernardino e del Colorado non sono casi isolati di sparatorie negli Stati Uniti e le cifre, rese note dal Washington Post, sono spaventose: si tratterebbe, infatti, della trecentocinquantesima sparatoria dall’inizio di gennaio negli Stati Uniti. Solo nella California del Sud almeno 36 persone sarebbero state uccise negli ultimi quattro anni (sbsun.com).

Ricordiamo alcuni dei casi più eclatanti: nel 2014 sei persone furono uccise da Elliot Rodger, presso l’Università di Santa Barbara; nel 2013 cinque persone persero la vita a seguito di una sparatoria, ad opera di John Zawahri, presso l’Università di Santa Monica; sempre nel 2013, Gerardo Hernandez perse la vita nel Terminal 3 dell’Aeroporto di Los Angeles LAX, per un colpo d’arma da fuoco.

Bossolo di proiettile a San Bernardino, California, dopo la strage
Bossolo di proiettile a San Bernardino, California, dopo la strage (keystone)

Red.MM/Daniele Compatangelo

Dal TG12.30:

USA, strage a San Bernardino

USA, strage a San Bernardino

TG 12:30 di giovedì 03.12.2015

 
Condividi