Spiagge, riapertura graduale

Località marittime in tutto il mondo stanno sperimentando allentamenti delle misure anti-pandemia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Se in alcuni paesi le misure contro la pandemia sono ancora pienamente in vigore a causa di una situazione tuttora critica, in altri si pensa alle riaperture. In quelli bagnati dal mare l’attenzione è concentrata sulle spiagge, luoghi che nelle stagioni calde svolgono un ruolo centrale sia a livello sociale che economico.

In Italia, dove attualmente le regioni permettono l’accesso ai litorali per svolgere attività sportive, ci sarà una riapertura completa il prossimo lunedì 18 maggio. Tuttavia le raccomandazioni di sicurezza suscitano polemiche tra i gestori delle strutture, che le giudicano troppo rigide: 4 metri di distanza tra gli ombrelloni, 5 metri tra ogni fila, e 2 metri tra i lettini.

Altrove nel mondo, al momento, le spiagge che hanno ricevuto l’autorizzazione a riaprire restano accessibili solo per praticare attività fisica. In Spagna, Barcellona le ha riaperte questa settimana dopo circa due mesi, ma l’accesso è limitato dalle 6 alle 10 del mattino e solo per sport individuali. Restrizioni simili in Francia, nella Loira Atlantica, e negli Stati Uniti, dove i surfer non hanno però ancora approfittato dell’apertura delle spiagge californiane.

FGab
Condividi