Il presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano
Il presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano (keystone)

Stato-mafia: depositati verbali

Pubblicate le trascrizioni con l'audizione del presidente Napolitano. "Attentati erano ricatto"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Corte d'Assise di Palermo ha depositato la trascrizione della testimonianza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sulla presunta trattativa Stato-mafia.

Il documento, 86 pagine, è ora a disposizione delle parti in causa ed è stato pubblicato dai principali quotidiani italiani.

Nella trascrizione si legge che il pubblico ministero Di Matteo chiede al capo dello Stato: "Lei ha detto che si ipotizzò subito la matrice unitaria (degli attentati), e la riconducibilità a una sorta di aut-aut, di ricatto della mafia, ho capito bene?". Napolitano risponde: "Ricatto o addirittura pressione a scopo destabilizzante di tutto il sistema".

 

M.Ang./ANSA

 

 

Condividi