Lucano in un'immagine scattata oggi a Locri (keystone)

Tredici anni all'ex sindaco di Riace

Domenico Lucano è stato riconosciuto colpevole di illeciti nella gestione dei migranti dal tribunale di Locri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'ex sindaco di Riace, Domenico Lucano, diventato famoso anche a livello internazionale per aver trasformato il piccolo paese della Calabria in un luogo di accoglienza per i migranti, è stato condannato a 13 anni e due mesi di reclusione nel processo "Xenia", svoltosi a Locri, sui presunti illeciti nella gestione dei migranti. La sentenza condanna Lucano a quasi il doppio degli anni di reclusione che erano stati chiesti dalla pubblica accusa (7 anni e 11 mesi).

Lucano era imputato di associazione per delinquere, abuso d'ufficio, truffa, concussione, peculato, turbativa d'asta, falsità ideologica e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. L'ex sindaco di Riace dovrà anche restituire 500'000 euro riguardo ai finanziamenti ricevuti dall'Unione Europea e dal Governo.

Arrestato il sindaco di Riace

Arrestato il sindaco di Riace

TG 12:30 di martedì 02.10.2018

 

Nell'ottobre del 2018 Lucano fu anche posto agli arresti domiciliari dalle fiamme gialle con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e dopo il periodo di detenzione fu applicato nei suoi confronti il divieto di dimora a Riace, poi revocato dal Tribunale di Locri nel settembre del 2019.

Condannato Domenico Lucano

Condannato Domenico Lucano

TG 12:30 di sabato 02.10.2021

 
Red.MM/ATS/SP
Condividi