Turchia: morti 13 militari

Un autobus dell'esercito è saltato in aria davanti all’università di Kayseri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un attacco a un autobus è avvenuto sabato mattina presto in Turchia, nei pressi dell'università di Kayseri, nel centro del paese. Il veicolo trasportava militari. La potente esplosione, che ha spezzato in due il veicolo, ne ha uccisi tredici, ferendone quarantotto. L'attentato ha causato feriti anche tra i passanti, ha dichiarato il portavoce dell'esercito.

Secondo l'agenzia stampa turca Dogam l'esplosione è avvenuta nel momento stesso, in cui il bus ha accostato un'automobile verosimilmente carica di esplosivo. A bordo del veicolo preso di mira erano militari in congedo, appartenenti alla Brigata commando di Kayseri, impegnata da tempo nelle operazioni militari antiterrorismo contro il Pkk curdo nel sud-est della Turchia

Il vicepremier Numan Kurtulmus ha sottolineando le similitudini con l'attentato nei pressi dello stadio di Istanbul avvenuto la scorsa settimana e rivendicato dagli estremisti curdi del Tak, che aveva provocato 44 vittime e oltre 150 feriti.

L'autorità turca per le telecomunicazioni (Rtuk) ha imposto una censura temporanea sull'attacco di stamani.

Diem/ATS/Reuters

Dal TG20:

Il parere dell'esperta

Il parere dell'esperta

TG 20 di sabato 17.12.2016

Dal TG12.30:

Nuovo attentato in Turchia

Nuovo attentato in Turchia

TG 12:30 di sabato 17.12.2016

Condividi