In conferenza stampa (Reuters)

"Un anno di sfide e di progressi"

Joe Biden traccia un bilancio del suo primo anno da presidente statunitense e scaccia i fantasmi del confinamento: "Non torneremo in lockdown"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Alla vigilia del primo anno di presidenza, Joe Biden ha parlato di quanto fatto in questi sui primi 365 giorni alla guida degli Stati Uniti. "È stato un anno di sfide e di enormi progressi. Abbiamo creato oltre 6 milioni di nuovi posti di lavoro", ha detto in apertura di conferenza stampa il democratico. Uno dei temi caldi del 2021 è stata ovviamente la pandemia. Biden ha mostrato sicurezza e fiducia per l'avvenire: "Dobbiamo immaginare un futuro oltre la pandemia. Incrementeremo gli sforzi nella campagna vaccinale, perché funziona. Non torneremo in lockdown e non chiuderemo le scuole".

Quanto all'inflazione, la crescita è il miglior rimedio. È questa la ricetta fornita dal presidente: "La cosa migliore per affrontare i prezzi alti è rendere l'economia più produttiva", ha dichiarato, indicando tra le priorità la soluzione del problema della catena di fornitura. Importante a suo avviso anche ridurre i costi per le famiglie, dagli asili all'energia.

Nelle ultime settimane l'inquilino della Casa Bianca ha visto crollare i suoi consensi: "Non ho fatto promesse eccessive, ma non avevo previsto un tale livello di opposizione da parte dei Repubblicani", ha commentato. Sulla questione Russia-Ucraina, Biden ha detto che in caso di invasione russa, per la nazione di Putin sarebbe un disastro: "Previste sanzioni severe e perdite umane anche per Mosca".

 
FD/ATS/AP/AFP
Condividi