Una centrale nucleare in Bielorussia
Una centrale nucleare in Bielorussia (keystone)

Voglia di nucleare

Dieci stati dell'UE - tra cui Francia e Polonia - sostengono che protegge dalla volatilità dei prezzi e che è utile contro il riscaldamento globale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dieci stati membri dell'Unione Europea (UE) hanno pubblicato un documento a sostegno dell'energia nucleare, sottolineando il ruolo che, a loro dire, potrebbe svolgere contro il riscaldamento globale.

All'interno di un impianto nucleare
All'interno di un impianto nucleare (archivio keystone)

Firmato dal ministro dell'Economia, Bruno Le Maire, e dal viceministro con delega all'Industria, Agnès Pannier-Runacher, questo testo sostiene anche che il nucleare "contribuisce in modo decisivo all'indipendenza delle nostre fonti di produzione di energia ed elettricità". Oltre alla Francia, è stato firmato da Romania, Repubblica Ceca, Finlandia, Slovacchia, Croazia, Slovenia, Bulgaria, Polonia e Ungheria. I firmatari affermano che l'energia nucleare "protegge i consumatori europei dalla volatilità dei prezzi", mentre i prezzi del gas sono in forte tensione da diversi mesi.

L'uscita dal nucleare

L'uscita dal nucleare

TG 12:30 di venerdì 20.12.2019

Il tema divide gli Stati membri. Se Francia, Polonia e Repubblica Ceca difendono il nucleare mentre Paesi come Germania e Austria vi si oppongono strenuamente, mentre molti ambientalisti ritengono la tecnologia troppo rischiosa.

ats/joe.p.
Condividi