Proteste a Mosca dopo l'annuncio della mobilitazione parziale
Proteste a Mosca dopo l'annuncio della mobilitazione parziale (keystone)

Washington: "Cittadini americani lascino la Russia"

La richiesta è stata diramata a seguito della mobilitazione parziale decisa da Putin - Mosca non rilascerà più passaporti a chi deve prestare servizio militare

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Washington ha invitato con un  comunicato pubblicato sul sito dell’ambasciata a Mosca, i cittadini statunitensi a lasciare “immediatamente” la Russia. Una comunicazione che arriva nel quadro della mobilitazione parziale dichiarata dal presidente Vladimir Putin per proseguire le operazioni militari in Ucraina.

Il comunicato è rivolto in particolare a chi possiede una doppia nazionalità poiché – sostiene l’ambasciata – con la mobilitazione, Mosca potrebbe rifiutarsi di riconoscere la nazionalità statunitense, impedire l’accesso all’assistenza consolare, la partenza dal paese e obbligare a prestare sevizio militare. Per lasciare il paese, tuttavia, l’ambasciata chiede di affidarsi alle limitate opzioni di trasporto commerciale ancora disponibili

Anche Polonia e Bulgaria invitano ad abbandonare il paese

Anche Polonia e Bulgaria - scrive il Guardian - invitano i cittadini ad andare via dalla Russia urgentemente. Il ministero degli Esteri della Bulgaria ha dichiarato che "chiede ai suoi cittadini di astenersi dal viaggiare nella Federazione russa e raccomanda agli stessi di considerare la possibilità di lasciare il Paese il prima possibile, utilizzando mezzi di trasporto attualmente disponibili".

Il ministero degli Esteri polacco ha rilasciato una dichiarazione simile, riporta la televisione pubblica polacca Tvp, affermando che i voli con la Russia sono stati sospesi e incoraggiando tutti i cittadini rimasti a uscire: "In caso di un drastico deterioramento della situazione della sicurezza, della chiusura delle frontiere o di altre circostanze impreviste, l'evacuazione può rivelarsi notevolmente ostacolata o addirittura impossibile. Raccomandiamo che i cittadini della Repubblica di Polonia nel territorio della Federazione Russa lascino il suo territorio utilizzando i mezzi commerciali e privati disponibili"

 

Niente passaporto a chi partecipa alla mobilitazione

La Russia, inoltre, non rilascerà più passaporti a chi parteciperà alla mobilitazione. Una decisione presa dopo che moltissime persone sono fuggite dal paese, “Se un cittadino è stato chiamato a prestare servizio militare o ha ricevuto una convocazione, il passaporto internazionale non gli sarà concesso”, si legge sul portale web di informazione governativa.

 
ANSA/AFP/Red.MM
Condividi