(KEYSTONE)

Sparatoria in un liceo del Colorado

Morto l'autore, un allievo che si è in seguito suicidato con la sua arma. Due i feriti, in questo nuovo episodio di violenza, ad un anno esatto dalla strage di Newtown

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E' morto suicidatosi con la sua stessa arma l'autore della sparatoria nella "Arapahoe High School" di Centennial, nel Colorado. Lo riferiscono fonti di polizia.

L'aggressore, che si era barricato nella scuola, era un allievo dello stesso istituto. Sono almeno due gli studenti feriti dai colpi d'arma da fuoco. Uno è stato trasportato in ospedale in condizioni critiche.

I giovani in fuga dall'edificio sono stati in seguito radunati su una pista di atletica all'esterno del liceo, per essere sottoposti a perquisizioni da parte degli agenti.

La sparatoria è stata compiuta esattamente alla vigilia del primo anniversario della strage di Newtown (Connecticut). Il 14 dicembre dello scorso anno, un ventenne uccise 20 bambini e 6 adulti in una scuola elementare, per poi togliersi la vita.

Il massacro suscitò un'ondata di indignazione per l'eccessiva diffusione delle armi da fuoco in America. Ma lo scorso aprile il Senato ha affossato una riforma - fortemente voluta dal presidente Obama - per regolamentarne le vendite e aumentare i controlli.

Red.MM/AP/ATS/ARi


Liceo di Centennial

Il liceo di Centennial dista appena 13 chilometri dalla "Columbine High School" di Littleton, dove il 20 aprile del 1999 due studenti armati aprirono il fuoco su compagni di scuola e docenti, uccidendo 13 persone e ferendone 24. I due, asserragliati nella scuola e circondati dalle unità speciali della polizia, si tolsero in seguito la vita. Fu il più sanguinoso episodio di violenza in una struttura scolastica degli Stati Uniti, prima del massacro al "Virginia Poliytechnic Institute" del 2007 (33 morti e 23 feriti).

Condividi