Tra i sintomi della sindrome post Covid-19 ci sono la spossatezza, la tosse, la perdita dell'olfatto e del gusto e i dolori muscolari (keystone)

AI, 656 richieste per long Covid

In cinque mesi, le domande di prestazione all'Assicurazione per l'invalidità da parte di chi continua ad avere sintomi, sono cresciute

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tra gennaio e maggio 2021, 656 persone affette da long Covid hanno fatto richiesta di prestazioni all'Assicurazione per l'invalidità (AI), un numero che corrisponde al 3,1% delle nuove domande. L'Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) ha spiegato che non è noto se queste richieste continueranno ad aumentare oppure no.

Inoltre, l'AI non ha ancora specificato se le prestazioni per questa sindrome legata al nuovo coronavirus verranno riconosciute oppure no. Per ora non sono state accordate delle rendite. Le conseguenze sui costi, quindi, restano ignote.

Secondo l'Ufficio federale di sanità pubblica, dopo aver superato una malattia da nuovo coronavirus, "alcune persone ne subiscono i postumi per settimane o mesi". I malati affetti da long Covid, secondo studi, in Svizzera sarebbero alcune decine di migliaia. Tra i sintomi della sindrome ci sono la spossatezza, la tosse, la perdita dell'olfatto e del gusto e i dolori muscolari.

Le conseguenze del long Covid

Le conseguenze del long Covid

Il Quotidiano di mercoledì 21.07.2021

 
ATS/eb
Condividi