Al via le Giornate di Soletta

Si apre in presenza la 57esima edizione del festival cinematografico - David Wegmüller: "Più della metà dei film programmati sono stati prodotti da donne"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La 57esima edizione delle Giornate di Soletta verrà inaugurata oggi, mercoledì, dal consigliere federale Alain Berset. Quest'anno il programma del festival cinematografico, che tornerà a svolgersi in presenza dopo l'edizione online del 2021, prevede la proiezione di 160 film, tra cui 78 lungometraggi, fino al 26 gennaio.

David Wegmüller, il direttore artistico del festival cinematografico di Soletta
David Wegmüller, il direttore artistico del festival cinematografico di Soletta (Keystone)

"La forte presenza delle lingue romanze è storica in questa edizione", spiega il direttore artistico David Wegmüller. Quasi la metà dei lungometraggi selezionati infatti proviene dalla Svizzera francese. Se si includono le opere in lingua italiana, il numero di film in lingua tedesca è meno della metà. "Inoltre più della metà dei film programmati sono stati prodotti da donne", conclude Wegmüller.

La sala della Landhaus pronta per l'apertura
La sala della Landhaus pronta per l'apertura (RSI/Alebertoz)

Il film di apertura, "Loving Highsmith", sarà un documentario realizzato dalla cineasta svizzera Eva Vitija, basato sulle annotazioni prese dal diario della scrittrice americana Patricia Highsmith. Nel suo recente comunicato stampa, il festival del cinema di Soletta, l'ha descritto come "un ritratto toccante e cinematograficamente avvincente".

ATS/Gis
Condividi