Foto d'archivio (Ti-Press)

Aviaria, contromisure in Svizzera

Da mezzanotte vietato trasferire pollame nei cantoni di Sciaffusa, Argovia e Basilea Campagna - Il virus è stato rilevato in Germania

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In Germania è stato rilevato, nelle scorse settimane, il virus dell'influenza aviaria H5N8 in numerose aziende detentrici di pollame: a titolo preventivo l'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV), a partire dalla mezzanotte di stasera, ha emesso misure in alcuni Comuni vicino al confine nei Cantoni di Sciaffusa, Argovia e Basilea Campagna.

Lo scorso 22 marzo, indica l'USAV in una nota odierna, è stato rilevato il virus H5N8 in un allevamento di pollastre, molte delle quali, già infette, erano state vendute attraverso rivenditori itineranti. La malattia si è così diffusa in diversi Länder, in particolare nel Baden-Württemberg, anche se attualmente non c'è prova che un animale infetto sia stato venduto legalmente in Svizzera.

Le autorità tedesche hanno istituito zone di protezione che si estendono fino al territorio elvetico. L'USAV ha pertanto deciso di introdurre alcune misure, fra le quali il divieto di trasferire pollame da cortile e l'obbligo di notifica in caso di frequenti decessi o animali malati anomali.

Allo stato attuale delle conoscenze, il virus non è pericoloso per l'essere umano, assicura l'USAV, che invita i detentori di pollame a restare vigili.

ATS/M. Ang.
Condividi