Berna, in piazza per il clima

Tre giorni dopo l'evacuazione di Piazza Federale un migliaio di persone tornano a manifestare in difesa dell'ambiente

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tre giorni dopo l'evacuazione del "campo per il clima" sulla Piazza federale, più di 1'000 persone si sono riunite venerdì pomeriggio a Berna per lo sciopero del clima. Il raduno è organizzato in concomitanza con una giornata di protesta climatica mondiale. L'appello è stato lanciato dagli attivisti di "Rise Up for Change", che sono poi quelli che a inizio settimana hanno occupato la piazza davanti a Palazzo federale per 48 ore, prima di essere sgomberati dalla polizia.

 

Oggi i manifestanti si sono riuniti sulla Helvetiaplatz di Berna. La crisi climatica non può aspettare, hanno detto gli oratori promettendo che la lotta continuerà. Dopo la dimostrazione, si terrà una "Climate Justice Arena", una sorta di contro-evento al dibattito televisivo "Arena" della Televisione della Svizzera tedesca SRF. I membri di "Rise Up for Change" avevano declinato l'invito alla trasmissione televisiva perché sono stati invitati anche "negazionisti del clima" come il consigliere nazionale dell'UDC Roger Köppel. Loro volevano invece un dibattito "serio e basato sui fatti", ha detto "Rise Up for Change".

La manifestazione di Berna non è un episodio isolato. Gli attivisti per il clima di tutto il mondo hanno lanciato un appello per un'azione oggi. Secondo il movimento "Fridays for Future", sono previsti più di 3'000 scioperi climatici e più di 400 manifestazioni solo in Germania.

ATS/Red. MM
Condividi