I salari sono calati per la quindicesima volta in ottant'anni in Svizzera
I salari sono calati per la quindicesima volta in ottant'anni in Svizzera (Keystone)

Calano i salari in Svizzera

Diminuisce il potere d'acquisto per i lavoratori elvetici ed è la quindicesima volta in ottant'anni. Ma vi sono notevoli disparità tra i vari settori

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Meno soldi in tasca e meno potere d'acquisto nel 2021 per i lavoratori svizzeri: i salari sono scesi dello 0,2% a livello nominale e considerato anche l'impatto dell'inflazione, che si è attestata allo 0,6%, le retribuzioni reali hanno subito contrazione dello 0,8%.

Dal 1942, cioè da quando è stato creato l'indice svizzero dei salari, è solo la quindicesima volta che il potere di acquisto risulta in calo: emerge dai dati pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Ampie sono peraltro le disparità settoriali: l'evoluzione delle remunerazioni reali nel 2021 si è situata infatti all'interno di un intervallo fra il -3,9% e il +1,5%, sottolineando la diversità delle dinamiche che caratterizzano ciascun ramo economico.

Salari, Ticino fanalino di coda

Salari, Ticino fanalino di coda

Il Quotidiano di lunedì 28.03.2022

 
ATS/EnCa
Condividi