In azione anche quando non c'è procedimento penale (keystone)

Contro il terrorismo meno lacci

Licenziato il progetto di legge che prevede di mettere a disposizione della polizia un numero maggiore di strumenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le forze dell'ordine devono poter disporre di un ventaglio di strumenti maggiore per poter bloccare potenziali terroristi, così come prevede il disegno di legge che l'Esecutivo ha licenziato mercoledì.

 

Nella lista, da adottare quando si presume che un individuo rappresenti una minaccia, ma non vi sono indizi sufficienti che giustifichino l'apertura di un procedimento penale, figura la possibilità di pronunciare il divieto di lasciare uno stabile (arresti domiciliari) o il paese (con conseguente sequestro dei documenti); sono pure contemplati l'obbligo di presentarsi regolarmente presso un posto di polizia, la proibizione d'avere contatti e quella d'accedere a certe aree; per acquisire informazioni, è poi considerata l'eventualità di infiltrarsi in scambi e conversazioni via internet senza per forza doversi identificare; una serie di specifiche misure riguarda poi gli stranieri radicalizzati in attesa d'espulsione o quelli per i quali il decreto è passato in giudicato.

ATS/dg

Più strumenti contro il terrorismo

Più strumenti contro il terrorismo

TG 20 di mercoledì 22.05.2019

Il commento di Paolo Bernasconi

Il commento di Paolo Bernasconi

TG 20 di mercoledì 22.05.2019

Condividi