Alla dogana di Riehen il flusso continua a provenire da nord, per ora (keystone)

"Disoccupati, varcate il confine"

Polemica a Basilea Città per una lettera inviata dalle autorità ai senza lavoro ultracinquantenni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E' destinata a far discutere la lettera inviata dall'Ufficio del lavoro di Basilea Città ai disoccupati di lunga data per lo più ultracinquantenni, invitati a partecipare a un incontro informativo sulla possibilità di trovare impiego come frontaliere in Germania. Un evento -è stato precisato successivamente, una volta diffusasi la notizia- rivolto a persone che vogliano ampliare la loro conoscenza, su base volontaria e sulla scia della lunga collaborazione in quest'ambito esistente tra le due aree.

Uno degli interessati, intervistato dal Blick, la ritiene comunque una situazione grottesca: mentre il cantone è inondato da pendolari provenienti dall'estero -constata- i senza lavoro confederati vengono mandati al di là del confine.

Il tasso di disoccupazione in zona è del 3,3%, il più elevato della Svizzera tedesca. Oltre frontiera è più basso, ma inferiori sono pure gli stipendi.

ATS/dg

Condividi