La copertura con i teli del Gurschen, nel canton Uri, si rivelerà inutile
La copertura con i teli del Gurschen, nel canton Uri, si rivelerà inutile (keystone)

Ghiacciai solo fino al 2090

La scomparsa nella Svizzera centrale è prevista tra meno di 75 anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il 90% dei ghiacciai delle Alpi della Svizzera centrale si scioglierà entro il 2090 a causa dei cambiamenti climatici, come rileva uno studio dell’Università di Friburgo e reso noto oggi, giovedì, dall’Ufficio per la protezione dell’ambiente del canton Uri.

I ricercatori hanno analizzato il registro che esiste dal 1850 e ipotizzato un aumento delle temperature di quattro gradi entro la fine del secolo. Secondo i dati, nel bacino imbrifero della Reuss sono scomparsi tra il 1973 e il 2010 circa 15 chilometri quadrati di nevi perenni e 1,5 chilometri cubi di ghiaccio.

La scomparsa implicherà importanti mutamenti del paesaggio, mettendo alla luce crateri all’interno dei quali si formeranno laghi, come successo a Hüfifirn, sulle montagne urane. Inoltre, il ritiro influenzerà negativamente l’approvvigionamento idrico.

Previsioni simili, precisano gli esperti, restano incerte, ma il riscaldamento dell’aria e la siccità velocizzano il processo.

ATS/sulma

Condividi