Jürg Grossen, presidente del partito, nel suo intervento di oggi all'assemblea dei delegati (keystone)

I Verdi liberali guardano avanti

Il partito, la cui assemblea dei delegati si è svolta oggi, chiede dopo il suo exploit elettorale una politica climatica molto più incisiva

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Riforme rapide, ambiziose e progressiste", segnatamente in materia di ambiente. È la richiesta formulata dai Verdi liberali, riprendendo le parole del loro presidente Jürg Grossen, dopo il successo elettorale da loro ottenuto lo scorso 20 ottobre

"È prioritaria una politica climatica molto più ambiziosa", ha affermato durante l'assemblea dei delegati del partito svoltasi oggi, sabato, a Spiez (BE).

La formazione ambientalista ha inoltre adottato i suoi orientamenti in vista delle prossime votazioni popolari, in programma il 9 febbraio. I delegati si sono così chiaramente pronunciati a favore dell'estensione della norma antirazzismo all'omofobia. Respinta, invece, l'iniziativa per più abitazioni a prezzi accessibili: un testo, da essi giudicato troppo rigido per un'applicazione su scala nazionale.

ATS/ARi

Condividi