Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (©Keystone)

Il matrimonio per tutti è realtà

L'oggetto è stato accolto anche in sede di votazioni finali, ma sulla decisione aleggia l'ipotesi di un referendum

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Benché condizionata dalla pandemia di coronavirus, la sessione invernale conclusasi oggi passerà probabilmente alla storia per la decisione delle Camere di aprire l'istituto del matrimonio alle coppie omosessuali. Il Nazionale, in sede di votazioni finali, ha accettato la decisione con 136 voti contro 48 e 9 astensioni. Gli Stati invece con 24 voti contro 11 e 7 astensioni. Non si può però escludere che contro questa modifica del Codice civile venga lanciato il referendum.

A suscitare le maggiori resistenze in aula è stata la possibilità per le coppie lesbiche di accedere alla donazione di sperma. Tutte le donne sposate potranno farvi ricorso, indipendentemente dall'orientamento sessuale. Il bambino avrà tuttavia il diritto di conoscere la sua ascendenza.

Le grandi linee del disegno di legge prevedono che le attuali disposizioni che regolano il matrimonio si applicherebbero in futuro anche a quelli fra persone dello stesso sesso. Di conseguenza, non sarà più possibile costituire nuove unioni domestiche registrate.

Sì al matrimonio per tutti

Sì al matrimonio per tutti

TG 20 di martedì 01.12.2020

 
Condividi