In campo i promotori di "99%"

Gli iniziativisti illustrano le loro ragioni in vista della votazione del prossimo 26 settembre

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"La maggior parte del reddito da capitale va nelle tasche delle persone più ricche", ha spiegato Gioventù socialista (GS), in un incontro per il lancio della campagna in vista del voto popolare di settembre. GS, illustrando la sua iniziativa popolare denominata "99%" intende sovvertire questo stato di cose e invertire la tendenza per "ridistribuire il denaro a tutta la popolazione".

L'iniziativa "Meno tasse sui salari, tassazione equa del capitale", sulla quale il popolo svizzero voterà il 26 settembre, è rivolta ai redditi da capitale. In Svizzera, circa 70 miliardi di franchi sono versati in questa forma ogni anno.

Il testo vorrebbe tassare al 150% la parte di reddito da capitale che supera un certo livello. Non vengono fornite cifre, ma i Giovani socialisti propongono una soglia di 100'000 franchi per evitare di colpire i piccoli risparmiatori. Questo significherebbe che un contribuente con 200'000 franchi di reddito da capitale sarebbe tassato solo sui secondi 100'000.

Il testo non fa certo l'unanimità visto che per esempio, già negli scorsi giorni, i delegati del PLR svizzero avevano raccomandato di respingere il testo in consultazione popolare. Il testo era stato bocciato sia dal Nazionale che dagli Stati.

ATS/Swing

 

Condividi