La Posta non spedisce più in Cina

Lettere e pacchi non vengono più accettati a causa del blocco dei trasporti per il coronavirus - Possibili ripercussioni anche per le ricezioni in Svizzera

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Posta svizzera non accetta più lettere e pacchi diretti in Cina. A causa del coronavirus, molte compagnie aeree hanno notevolmente ridotto o addirittura interrotto i loro voli verso la Repubblica popolare asiatica, ciò che ha ripercussioni sul traffico internazionale.

L'ex regia federale, spiega in una nota, può operare solo circa un terzo della capacità richiesta per le spedizioni in Cina. Di conseguenza, fino a nuovo avviso, non prende più in consegna invii destinati a privati ed aziende basate nel paese asiatico.

Posta svizzera e cinese hanno stretti legami da lungo tempo come dimostra la serie speciale di francobolli emessa nel 1998 con il ponte sul lago Yangzhou e il castello di Chillon
Posta svizzera e cinese hanno stretti legami da lungo tempo come dimostra la serie speciale di francobolli emessa nel 1998 con il ponte sul lago Yangzhou e il castello di Chillon (Archivio Keystone)

La disposizione vale sia per le filiali della Posta che per le sue sussidiarie in partenariato. Lettere e pacchi che devono essere assolutamente inviati in Cina possono essere spediti dai clienti con il servizio "Urgent" assicurato da TNT Swiss Post Sagl. Il recapito nei tempi indicati (3–6 giorni feriali) non è però garantito.

A rischio anche le spedizioni verso la Svizzera

Il trasporto degli invii per la Svizzera provenienti dalla Cina è di competenza del servizio postale di Pechino, spiega la Posta che esclude che le limitazioni ai collegamenti aerei possano causare ritardi anche nell’importazione degli invii. Le spedizioni dalla Repubblica all'Europa negli ultimi anni si sono moltiplicate a causa del commercio online e del successo di portali come Wish, Aliexpress o Joom.

La Posta blocca i pacchi dalla Cina

La Posta blocca i pacchi dalla Cina

Il Quotidiano di mercoledì 12.02.2020

 
Diem/ATS
Condividi