Lupo, "attento all'uomo"!

Il Consiglio degli Stati ha deciso di declassare il grado di protezione riservato all'animale

  • Ascolta
  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non più specie "strettamente protetta", ma solamente "protetta". Il Consiglio degli Stati ha deciso martedì che sarà più facile abbattere i lupi, declassandone il grado di protezione. Con 29 voti contro 14 è stata respinta una proposta della sinistra di rinviare al Governo la modifica della legge federale sulla caccia. La revisione - di cui ora è in corso l'esame di dettaglio - prevede che la regolazione degli effettivi di alcune specie protette possa essere facilitata, al fine di impedire grossi danni o pericoli per l'uomo.

I Cantoni non saranno quindi più obbligati a provare un danno concreto. Previa consultazione dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), potranno effettuare "interventi regolatori negli effettivi" non soltanto per i lupi, ma anche per talune altre specie protette che sono fonte di controversie. Tra queste figurano lo stambecco e il cigno reale.

"Si direbbe quasi che la Svizzera abbia un solo problema: il lupo", ha dichiarato la ministra dell'ambiente Doris Leuthard. Si attende ora il lancio del referendum da parte delle associazioni animaliste.

ATS/CaL

Legge della caccia discussa a Berna

Legge della caccia discussa a Berna

TG 12:30 di martedì 05.06.2018

La nuova legge sulla caccia

La nuova legge sulla caccia

TG 20 di martedì 05.06.2018

Caccia, nel mirino anche il castoro

Caccia, nel mirino anche il castoro

TG 20 di martedì 05.06.2018

Condividi