Mascherine "Swiss made"

La ditta Amyna 3 di Corgémon (BE) ha acquistato due macchinari cinesi e ha iniziato a produrre protezioni facciali per il grande pubblico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Ho cominciato con mio marito a cucire delle mascherine in tessuto durante il weekend, ma non avevo una sartoria. Così una sera gli ho detto che non potevamo passare il fine settimana a cucire". Si è avvicinata così Morena Pozner alla produzione di mascherine per il grande pubblico. La donna, assieme ad André Piguet, ha fondato l'azienda Amyna 3 a Corgémon (BE), acquistando due macchinari provenienti dalla Cina: "Durante la prima ondata era difficile trovarle in Europa", ha ammesso la direttrice della ditta.

Queste due macchine sono in grado di fabbricare 120 pezzi al minuto. Amyna 3 è ora in attesa dell'ok da parte di Swissmedic per diventare ufficialmente un nuovo attore sul mercato nazionale anche per fornire gli operatori sanitari che lavorano negli ospedali, negli ambulatori, negli studi medici, ecc.

FD/ATS
Condividi