"Giustizia sarà fatta", ha dichiarato il primo ministro Alexis Tsipras (keystone)

Novartis accusata in Grecia

Il Parlamento greco approva la creazione di una commissione d'inchiesta su un presunto caso di corruzione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Parlamento greco ha deciso giovedì mattina di istituire una commissione d'inchiesta sulle presunte tangenti pagate tra il 2006 e il 2015 da Novartis ad una dozzina di politici di spicco.

L'azienda farmaceutica è accusata di aver “manipolato” il mercato per poter vendere farmaci a prezzi elevati. Inoltre, la multinazionale svizzera avrebbe pagato illegalmente migliaia di medici per convincerli a prescrivere i propri prodotti, e riciclato denaro attraverso congressi di "dubbio merito". L’OCSE indica che gli acquisti di medicinali in Grecia sono aumentati dal 23,6% della spesa sanitaria totale nel 2006, al 30,7% nel 2011. Il danno all’economia greca, secondo alcune stime, ammonta a circa 3 miliardi di euro.

"C'è qualcuno che dubita delle pratiche di questa compagnia? - ha chiesto ai parlamentari il primo ministro Alexis Tsipras durante il dibattito.

AFP/Bleff

Condividi