L'attività sul social network può avere conseguenze penali (keystone)

Oltre 700 denunciati per dei "like"

Il più importante caso di questo tipo in Svizzera è scattato in Vallese a causa di un post carico di insulti su Facebook

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un cliente insoddisfatto del servizio di un ristorante di Martigny, in Vallese, si è vendicato sui social media, con un post carico di insulti su Facebook. Il post è stato condiviso e commentato, raccogliendo anche una valanga di “like”.

Il proprietario del ristorante ha deciso di reagire e ne è scaturita la più importante denuncia del genere in Svizzera con più di 700 persone coinvolte. Il reato ipotizzato è di diffamazione e calunnia.

RG/sf
Condividi