La dogana in stazione a Chiasso
La dogana in stazione a Chiasso (tipress)

Più controlli alle frontiere e più test

Delle decisioni in questo senso potrebbero essere già prese mercoledì prossimo dal Consiglio federale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per frenare il coronavirus sono necessari più controlli alle frontiere e test regolari ai frontalieri, ma anche nelle case di cura, a scuola e sul posto di lavoro. Lo scrivono oggi alcuni domenicali, secondo cui alcune decisioni in questo senso potrebbero essere già prese mercoledì prossimo dal Consiglio federale.

In una lettera congiunta indirizzata al Governo, i presidenti di tutti i grandi partiti elvetici hanno rotto un tabù e chiesto l'introduzione di un sistema di test alle frontiere e regole di quarantena più severe, secondo quanto riferisce oggi la SonntagsZeitung.

Finora solo l'UDC aveva insistito su questa strada, ma il domenicale precisa che ora anche i presidenti degli altri partiti di Governo, nonché Verdi e Verdi Liberali, hanno auspicato misure più restrittive per i turisti e per chi attraversa il confine.

Chiesti più controlli alle frontiere

Chiesti più controlli alle frontiere

Il Quotidiano di lunedì 18.01.2021

La lettera è stata firmata dai presidenti di sei partiti: UDC, PS, Alleanza del Centro, PLR, Verdi e Verdi Liberali.

ats/joe.p.
Condividi