L'edilizia è uno dei settori su cui si sono concentrati i controlli (keystone)

Più controlli sul lavoro

Nel 2021 sono diminuiti i casi di dumping salariale ma aumentati quelli sospetti per il lavoro nero

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo il calo dovuto al Covid-19, nel 2021 sono aumentati i controlli sulle misure di sostegno e la lotta al lavoro nero. In lieve calo rispetto all'anno precedente i casi di dumping salariale, mentre è aumentato il numero dei casi sospetti per il lavoro nero. Lo scrive la Segreteria di Stato per l'Economia (SECO) nel suo rapporto pubblicato giovedì.

Le verifiche hanno riguardato 35'795 aziende e 138'642 persone. Nel 2020 queste cifre ammontavano rispettivamente a 34'126 e 132'922. In totale sono stati controllati il ​​6% dei datori di lavoro svizzeri, il 33% dei lavoratori distaccati e il 33% dei fornitori di servizi indipendenti.

Leggera diminuzione delle infrazioni

Il tasso di violazione è stato leggermente inferiore nel 2021 rispetto all'anno precedente, ma ancora a un livello elevato. Nei settori coperti da un contratto collettivo di lavoro (CCL), il tasso di infrazione registrato dalle commissioni paritetiche per i lavoratori distaccati è rimasto invariato al 21%.

Nei settori senza CCL, le commissioni tripartite (CT) cantonali hanno rilevato un leggero calo dei casi di dumping salariale, passati dal 15% al 13%. In calo dal 12% al 10% anche le infrazioni commesse dai datori di lavoro svizzeri. Per gli indipendenti, il 6% dei 4'596 controlli effettuati ha fatto sospettare un'indipendenza fittizia.

Lotta al lavoro nero

Lo scorso anno sono state controllate 12'062 aziende e 34'208 persone nell'ambito della lotta al lavoro nero, che rappresenta rispettivamente un aumento del 17% e del 16%, continua la SECO. I controlli si sono concentrati sui settori dell'edilizia, degli alberghi e ristoranti e del commercio. Gli organi di controllo hanno riscontrato 13'268 casi sospetti e ottenuto 3'261 (-2%) informazioni da parte di autorità speciali (ad esempio il fondo di compensazione AVS) in merito alle misure adottate o alle sanzioni imposte.

ATS/YR
Condividi