Lo studio è fondamentale per potersi garantire un futuro autonomo
Lo studio è fondamentale per potersi garantire un futuro autonomo (keystone)

Più istruiti, più integrati

La Caritas chiede che i rifugiati adolescenti e giovani adulti possano beneficiare almeno dei primi livelli di scolarizzazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una formazione migliore e più celere faciliterebbe l'integrazione dei richiedenti l'asilo e ciò dovrebbe valere soprattutto per adolescenti e giovani adulti che non hanno più accesso al sistema scolastico obbligatorio. E' quanto sostiene la Caritas che, mercoledì a Immensee, ha preso posizione sul tema.

A fine dicembre, come ricorda l'associazione umanitaria, vivevano nella Confederazione 30'000 ragazzi con statuto di rifugiato o ammessi a titolo provvisorio, a cui ne andavano aggiunti 12'000 in attesa. Si tratta di persone che avrebbero bisogno almeno di un'istruzione di base svizzera per potersi garantire un futuro autonomo e indipendente.

ATS/dg

Condividi