Più tutele per i proprietari

Il Governo vuole migliorare le norme in caso di difetti di costruzione che oggi svantaggiano i committenti privati

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio federale ha elaborato un progetto legislativo preliminare per migliorare la protezione dei proprietari in caso di difetti di costruzione. Le modifiche tengono conto delle iniziative dei consiglieri nazionali Petra Gössi (PLR/SZ) e Markus Hutter (PLR/ZH).

Uno degli aspetti da rivedere è il termine entro cui è possibile segnalare il problema: attualmente, la legge dice solo “immediatamente”, ossia entro pochi giorni. Un’indicazione che pone problemi pratici ai committenti edili, osserva il Governo, che propone di estendere l’intervallo a 60 giorni.

Col mattone, che tegole!

Col mattone, che tegole!

Puntata del 29.9.2017

 

Per l’Esecutivo, inoltre, risultano problematiche le clausole contrattuali che da una parte escludono la garanzia del venditore o dell'impresa per i difetti, e dall'altra cedono i diritti per i difetti nei confronti dei subappaltatori al compratore o al committente edile, ledendo questi ultimi.

Altre modifiche riguardano l'ipoteca legale degli artigiani e imprenditori e il miglioramento della norma attuale, c'è la volontà, per esempio, di evitare che la stessa persona si ritrovi iscritto un credito sia dell'impresa, sia del subappaltatore.

ATS/eb
Condividi