Riuscita la raccolta di firme per più abitazioni a pigioni moderate
Riuscita la raccolta di firme per più abitazioni a pigioni moderate (Reuters)

Pigioni basse, iniziativa ok

Riuscita la raccolta delle firme avanzata dall'Associazione Svizzera Inquilini per abitazioni meno onerose

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'iniziativa popolare “Più abitazioni a prezzi accessibili” è formalmente riuscita. E’ quanto indica il Foglio federale, secondo cui delle 105'273 firme depositate, 104'800 sono risultate valide.

L'Associazione Svizzera Inquilini (ASI), che ha promosso l'iniziativa potendo contare sul sostegno dell'Unione sindacale svizzera, del Partito socialista, dei Verdi e di Gioventù Socialista, aveva inoltrato le sottoscrizioni lo scorso 18 di ottobre, ossia sei mesi prima della scadenza per la raccolta delle firme.

La modifica costituzionale invita la Confederazione e i Cantoni a “promuovere la costruzione di alloggi a pigione moderata e a evitare progetti speculativi sul poco spazio edificabile rimasto”. Il testo chiede inoltre di aumentare il numero di abitazioni di pubblica utilità. L'iniziativa prevede infatti che il 10% degli alloggi di nuova edificazione siano di proprietà di enti pubblici. A questo scopo i Cantoni e i Comuni sarebbero autorizzati a utilizzare un diritto di prelazione.

ATS/EnCa

Condividi